About me

cropped-cat.jpg

Avevo appena 3 anni quando ho capito che nella mia vita avrei amato cucinare e, ahime’, mangiare! Mi ricordo un vecchio ricettario che  aprendolo emetteva sempre un  “crack” dovuto alle sbrodolate di impasto delle torte precedenti asciugate ed essicate…

La mia torta preferita era la torta al caffè, ricetta suggerita dalle bustine di lievito Buitoni, e amavo mangiarla non cotta ma cruda! Quando mia madre finiva di preparare tutto e trasferiva l’impasto nella terrina da forno mi lasciava sempre un po’ di impasto da leccarmi con le dita. Aveva un sapore dolcissimo, anche piu’ dolce della torta cotta e sfornata! Chissa’ perchè i bambini amano leccare l’impasto della torta, ho provato a farlo da grande e ho avuto seri problemi digestivi per alcuni giorni!

Quando ero più grandicella trovavo ogni scusa per mettermi ai fornelli invece di studiare! La mia specialità era la torta alle mele e i tortini salati fatti con la pasta a sfoglia. Nella torta alle mele mettevo talmente tante mele che quando era cotta sembrava di mangiare mele con torta piu’ che il contrario! I tortini salati invece hanno sempre dato spazio alla mia creatività. Ci ho sempre buttato dentro di tutto: formaggio (ogni tipo e di ogni provenienza, tranne quello coi vermi tipico della Sardegna…) prosciutto (cotto, crudo o entrambi assieme), salame, mortadella, chorizo, pomodori, melanzane, zucchine, spinaci, cicoria, broccoli e qualsiasi vegetale cotto, crudo, fritto, bollito, al vapore, alla brace o alla pietra.  I miei amici hanno sempre amato i miei tortini salati, tanto che una volta ad un pranzo di pasquetta si sono giocati a carte l’ultimo pezzo rimasto!

Quand’ero all’università ero ormai una cuoca professionista, stimata e riconosciuta un po’ da tutti gli amici, amici degli amici, coinquilini, amici dei coinquilini, vicini di casa…. Specializzata in paste con qualsiasi sugo  e salsa, specie se a base di panna, formaggio, formaggini e chi ha piu’ calorie piu’ ne metta!

Ogni volta che qualcuno mangia davanti a me la mia domanda e’ sempre “che te magni?” e quando  chiedono “vuoi assaggiare?” la risposta è sempre affermativa, a parte che non si tratti di formaggio coi vermi…

Amo viaggiare, e amo conoscere le culture diverse dalle mie. Amo tutto cio’ che e’ nuovo e diverso. Amo provare, assaporare e amo la reazione chimica che provoca piacere nel mio corpo e nella mia mente ogni volta che mangio qualcosa di diverso.  Non so’ perche’ sono cosi’. Da bambina non ho mai fatto tante storie per mangiare (a parte dalle suore quando mi rifilavano la pasta al sugo scotta e sciapa e il pesce bollito con l’insalata al venerdi’).

Da grande amo provare nuovi cibi, girare il mondo, fare corsi di cucina,  deliziare (e spero non avvelenare!!) amici e parenti e condividere con il mondo questa mia grande passione.

cuoca in rosa1

cuoca in rosa3-2

12 pensieri su “About me

  1. purtroppo la cucina olandese non è che fa scrivere articoli. Ma ti leggerò, perché sono curiosa per i piatti che troverai. E mi pare che t’indenti anche dell’arte dell’umorismo, quindi..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...