Dimmi come magni…e ti diro’ chi sei!

Forchetta a sinistra e coltello a destra.

Ma no, con la forchetta non si mangia il riso, devi usare le bacchette!

Ma a me il riso piace mangiarlo con il cucchiaio.

Si pero’ e’ male educazione. Okey, allora via le posate lo mangiamo con le mani.

Con le mani??

Ebbeni si.

Forchetta, cucchiaio, bacchette, mani, pane, gomiti sul tavolo, gambe incrociate, e poi, mancia o non mancia?

Il Vangelo delle buone maniere, meglio conosciuto come Galateo, e’ un po’ come un dizionario. Paese che vai,  bon ton che trovi.

Potresti infatti offendere lo chef in Cina se ripulisci il piatto senza lasciare nemmeno un chicco di riso. Mentre la Sora Ines a Roma se la prenderebbe sul personale se lasciassi due maccheroni o un po’ di sugo nel piatto: non se butta niente!

Ecco quindi una piccola selezione di regole di “bon ton” valide in alcuni paesi.

(Grazie a First we Feast per le preziose immagini!)

 

image

Da fare:

Finisci tutto cio’ che hai nel piatto. Esattamente come mamma ti ha insegnato da bambino! Buttare via il cibo e’ infatti considerato in India non solo uno spreco ma offensivo e altamente sgarbato.

Lavati le mani (zozzone! ci aggiungerei…) prima e dopo mangiato. E assicurati di lavarle come Dio comanda, togliendo la sporcizia pure da sotto le unghie.

Da NON fare:

Mangiare troppo velocemente….si’ ma neppure troppo piano. Insomma, mangia normalmente. Con tutto quel curry e chilly sono sicura riuscirai a trovare il tuo karma.

Mangiare con la mano sinistra, perchè considerata “sporca”. Utilizzate la destra. Chi è mancino s’attacca, cosi’ come chi vuole mangiare con le posate.

 

image

Da Fare:

L’orchestra mentre tiri sù i noodles aiutandoti rigorosamente con le bacchette (vietati aiuti da cucchiai e simili!). E per il brodo bevi pure dal piatto, cosi’ come facevi con il latte da bambino dopo averci inzuppato un pacco di macine. E ti dirò: più fai casino tirando sù, più lo chef è contento perchè mostri “apprezzamento” per il suo piatto!

Da NON fare:

Passare il cibo usando le bacchette. A meno che non siate ad un funerale.

Incrociare le bacchette, o leccarvele per gustarvi l’ultima goccia di zuppa o lasciarle sopra il piatto. E’ considerato molto, molto maleducato.

Lasciare la mancia! Strano ma vero, in Giappone è considerato male educazione ed è molto molto rara l’offerta. Chissa’ se si arrabbierebbero con una mancia di 50 euro…

 

image

Da fare:

Rutto libero! E’ infatti considerato un grande complimento per lo chef, e segno di apprezzamento. Se pensate di aver sentito una scossa di terremoto, non preoccupatevi, è qualcuno che ha “particolarmente” apprezzato il piatto del giorno!

Arrivate in orario e vestitevi adeguatamente, anche se alla fine della cena puzzerete di wanton fritti e i vostri vestiti finiranno dritti dritti in lavatrice.

Da NON fare:

Finire tutto il cibo che avete nel piatto. Lasciate sempre un po’ di residui, pure se vi mangereste pure il piatto e le bacchette. Dimostrerete allo chef che vi ha “nutrito” abbastanza (pure se ve state a taglia’ dalla fame!).

Scavare tra il cibo, anche se è per “esplorazione”. Non fatelo. Magnate e zitti!

Lasciare le mance. Cosi’ come in Giappone, quale sarà la reazione davanti ad un biglietto da 50 euro?

 

image

Da fare:

Non stupirsi o agitarsi se le portate arrivano tutte assieme: antipasti primi e secondi. Con calma mangerete tutto!

Condividere. Aspettatevi di dividere il vostro pad thai con i vostri commensali, e servitevi pure con gli spring rolls ordinati dal vostro amico!

Da NON fare:

Mangiare con la forchetta (bacchette, ricordate!). Usatela solo x aiutarvi a raccogliere il cibo o a spingerlo verso il cucchiaio.

Non mangiate mai il pezzo della vergogna, ovvero: l’ultimo morso rimasto. La regola del “non se butta niente” qui non vale.

 

 

image

 

Da fare:

Appoggiare mani e polsi nel tavolo, e non nelle gambe.

Aiutarsi col pane per raccogliere il cibo. Staccatene pero’ un pezzo dalla baguette, e non appropriatevene. Il pane è del tavolo, non vostro!

Da NON fare:

Dividere il conto. E’ considerato il massimo della grezzagine. Se non vi offrite per primi a pagare il conto, qualcun altro lo farà…siate cortesi, lasciateglielo fare!!

image

Infine il nostro bel Paese! E per chisi fosse dimenticato, avesse bisogno di una rinfrescata, o più probabilmente si trovasse davanti un commensale straniero, ricordateglielo voi come se magna in Italia!

Da fare:

Evitare cappuccino, latte, o qualsiasi bevanda che non sia caffè espresso dopo un qualsiasi pasto fatta eccezione per la colazione.

Aggiungere un 5-10% di mancia (o un biglietto da 50…), senza aver paura di passare per maleducato. Verrà sicuramente apprezzato!

Da NON fare:

Aggiungere il parmigiano sopra la pizza o sopra i frutti di mare (mi si drizzano i capelli solo all’idea!)

 

E ora che avete imparato come ci si comporta, buon appetito!

 

 

10 pensieri su “Dimmi come magni…e ti diro’ chi sei!

  1. Pingback: Dimmi come magni…e ti diro’ chi sei! | Food Blogger Mania

  2. Pingback: Attento a come magni! | Che te magni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...